Edil D'Arco – "La nostra esperienza al vostro servizio"
Edil D'Arco – "La nostra esperienza al vostro servizio"

Pavimento Senza Cemento: Mattoni Autobloccanti per Giardino, Terrazza e Vialetto

Condividi se ti è piaciuto! :)

vialetto con mattoni autobloccanti

Per realizzare un pavimento da esterno senza cemento è bene capire il risultato che si vuole ottenere, ma soprattutto la funzione che svolgerà il giardino: sarà un prolungamento della zona pranzo/cena, una zona di passeggio o un semplice vialetto che darà accesso alla casa? Insomma, un giardino può rispondere a diverse funzioni, ma occorre scegliere quella che più si adegua ai propri gusti e alle proprie esigenze.

Pavimentare il giardino con Sistema Autobloccante senza Cemento

Per chi vuole donare al giardino un aspetto pulito e allo stesso tempo piacevole, può optare per un sistema che permette di creare un pavimento da giardino senza cemento con l’uso di piastrelle o masselli autobloccanti. Questi vengono realizzati o con del cemento totalmente naturale o per chi lo preferisce colorato; dopodiché le piastrelle o i mattoni si attaccano al suolo attraverso la compressione, e possono essere rimosse senza problemi se necessario. La scelta delle piastrelle autobloccanti è vasta e si adeguano perfettamente a qualsiasi stile del giardino, sia rustico (magari scegliendo masselli grezzi), sia moderno con piastrelle lisce.

Quest’ultime sono le più acquistate, soprattutto perché molto funzionali , basti pensare che a differenza degli altri modelli, riescono a sostenere il peso delle auto sia ferme che in movimento.

La posa dei mattoni autobloccanti senza cemento

posa mattoni autobloccanti

A prescindere dal tipo di piastrelle o di mattoni, è bene sapere che per garantire stabilità è necessario che questi siano posati su un terreno compatto e solito, nel caso presenti parti “molli” quest’ultime devono essere riempite con pietre e sabbia adatti a questi tipo di pavimentazione.

Successivamente, sarà necessario livellare minuziosamente il terreno, utilizzando un corposo strato di ghia. All’interno di quest’ultimo, potranno essere inseriti tutti gli eventuali cavi elettrici e tubi idrici. Successivamente alla ghiaia, si passerà a livellare la sabbia e finalmente la superficie sarà pronta per fissare il sistema di piastrelle autobloccanti. In questo ultimo passaggio, occorre porre molta attenzione, poiché ogni blocco di piastrelle deve essere posizionato in modo preciso, altrimenti, si corre il rischio di lasciare spazio tra un blocco ed un altro.

Dopo qualche mese dalla posa è importante effettuare i dovuti controlli e verificare se c’è stato qualche cedimento; in questo caso, basterà rimuovere il blocco e inserire la quantità di sabbia necessaria a compensare.

Mattoni Autobloccanti: Cosa sono?

vialetto giardino mattoni autobloccanti

I mattoni autobloccanti sono perfetti per la preparazione di pavimentazioni esterne di aree pubbliche e private, per la realizzazione di parcheggi e anche per i vialetti privati. I mattoni autobloccanti vengono utilizzati quando si ha la voglia di creare una pavimentazione resistente e allo stesso tempo che abbia una notevole durata nel tempo, inoltre, essendo economico è quasi sempre il più scelto tra i materiali per la realizzazione di pavimentazioni esterne, ed è anche molto facile da pulire. In pochi sono a conoscenza del fatto che ad oggi, dopo numerosi studi, sono stati realizzati anche i cosiddetti mattoni autobloccanti “ecocompatibili”.

Ideali per pavimentazioni esterne, anche per un’altra caratteristica: permettono all’erba di nascere e crescere tra gli interspazi, integrandosi in questo modo nel contesto esterno in maniera naturale, al contrario di come avverrebbe con un pavimento cementato posato su un massetto.

La denominazione mattoni autobloccanti non è casuale, nasce dal fatto che questi mattoni vengono “posati a secco” sulla zona interessata e in un secondo momento vengono sigillati attraverso la sabbia, anche in questo caso asciutta.

Esistono svariati modelli di mattoni autobloccanti, in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. I più utilizzati sono i mattoni in calcestruzzo, ma esistono anche quelli in pietra naturale, argilla e cotto. Il modello in calcestruzzo, resiste a qualsiasi condizione climatica e per chi lo preferisce, è possibile variare il colore degli stessi in base ai propri gusti e all’ambiente circostante.

In conclusione i masselli autobloccanti sono l’ideale per chi vuole realizzare una pavimentazione nel proprio giardino, per creare ordine e pulizia, senza rinunciare al verde. Questi materiali sono scelti di frequente e per diversi motivi:

  • manutenzione semplice e veloce;
  • costo di posa relativamente economico;
  • possono essere applicati direttamente, senza operazioni preventive;
  • nessun cemento, malta o colla da applicare;

Altri tipi di Pavimentazione da Giardino

vialetto con ghiaia

Ghiaia o ghiaino è uno dei materiali più utilizzati per la realizzazione di vialetti esterni. Si tratta di sassi “di varie granulometrie”, sono estremamente economici e donano un effetto naturale alla zona che si desidera lavorare. Per la scelta del colore è d’obbligo precisare che occorre evitare colori molto chiari nel caso in cui il luogo sia molto soleggiato, poiché il riflesso potrebbe essere molto fastidioso, sia per chi ci abita, sia per eventuali veicoli in transito. Questo materiale non richiede una manutenzione costante, è consigliabile avere attenzione solo dopo forti temporali, per eliminare eventuali ristagni d’acqua non drenati.

giardino con lastre di pietra

Le lastre di pietra sono perfette per creare uno stile rustico e naturale, molto indicato per le case immerse nel verde come una casa in campagna. La particolarità di questo materiale è che ogni pietra è sui generis, ognuna ha una forma e un sfumatura di colore diverso. L’applicazione prevede che siano distanti tra di loro creando un effetto disordinato ma allo stesso tempo piacevole da osservare, quasi artistico.

vialetto con pietra ricostruita

La pietra ricostruita è un materiale che simula l’aspetto naturale delle rocce in marmo o granito. Viene ottenuta miscelando inerti naturali selezionati (ghiaia e sabbia) con un legante, solitamente cemento, colorando eventualmente la miscela con pigmenti adeguati. Rispetto alla pietra naturale vanta migliori prestazioni in termini di durata e resistenza.

Il legno contrariamente a quanto pensano in molti, è un ottimo materiale per la pavimentazione esterna, soprattutto per chi vuole ricreare uno stile semplice ma allo stesso tempo elegante. Poiché esposto continuamente agli agenti atmosferici, questo tipo di pavimentazione deve essere trattata con appositi prodotti che oltre a proteggerla dalla pioggia rendendola impermeabile e dal sole, evita anche la fuoriuscita di tarli e vari parassiti. Il legno è da sempre sinonimo di eleganza e finezza, richiede una manutenzione periodica soprattutto per preservarne lo stato iniziale di bellezza.

Quale pavimento è più adatto per il tuo giardino?

Ora che hai le idee più chiare su quali siano le pavimentazioni da esterno e quale sia quella più adatta alle tue esigenze, non ti resta che contattare degli specialisti per un lavoro a regola d’arte. Siamo specializzati in ristrutturazioni, posa pavimento, pitturazioni e decorazioni.

CONTATTACI


Pavimento Senza Cemento: Mattoni Autobloccanti per Giardino, Terrazza e Vialetto ultima modifica: 2022-04-08T23:46:45+02:00 da bossuccio

Condividi se ti è piaciuto! :)