Edil D'Arco – "La nostra esperienza al vostro servizio"
Edil D'Arco – "La nostra esperienza al vostro servizio"

Additivi aggrappanti e rinforzanti per edilizia: Quali scegliere?

Condividi se ti è piaciuto! :)

operai impastano cemento

Dedicarsi autonomamente nei lavori di edilizia e ristrutturazione della propria casa, non è certamente una attività semplice, poco faticosa o da sottovalutare. A volte, se non si ha confidenza e manualità con questo mestiere, anche dare una semplice imbiancata alle pareti può risultare difficile, rischiando di fare tanta fatica per ritrovarsi con un risultato pessimo, il nostro consiglio è sempre di affidarti a mani esperte, tuttavia, se sei un amante del fai da te e se metti impegno, passione e perizia, possono essere molto gratificanti (oltre che farti risparmiare molti soldi). In questo articolo troverai molti consigli utili e ti mostreremo la nostra selezione dei migliori additivi, aggrappanti e consolidanti per edilizia che ti aiuteranno a realizzare i lavori che hai in mente.

Additivi aggrappanti e rinforzanti per edilizia: a cosa servono?

operaio impasta cemento con trapano miscelatore

Nel settore dell’edilizia si utilizzano molti prodotti, ognuno con delle caratteristiche specifiche in base all’uso che se ne intende fare. Oltre a pitture, vernici e smalti, oggi vogliamo parlarvi di prodotti molto importanti, che spesso vengono trascurati o dimenticati da chi non è del settore. Sono quei prodotti che fanno parte del pre-trattamento o che vanno mescolati insieme al prodotto finale, per rendere, a seconda dello scopo, più resistente una determinata malta, impermeabilizzare una superficie, o per migliorare la presa di una vernice su un determinato supporto. Oggi vi parleremo di additivi, aggrappanti e consolidanti, verranno quindi spiegate le loro specificità e l’uso per il quale sono indicati.

Additivi plastificanti

I plastificanti sono una tipologia di additivi utilizzata per rendere più plastico e fluido il materiale da lavorare. Di solito questi prodotti vengono aggiunti ad articoli realizzati in plastica, in cemento, in calcestruzzo o in materiali simili.

Ad esempio, gli additivi plastificanti per cemento sono usati per ammorbidire il materiale finché è fresco, quindi per renderlo più facile da lavorare. Invece i plastificanti per intonaci vengono impiegati per rendere la miscela ottenuta, successivamente più semplice da stendere, consentendo quindi una asciugatura più rapida e una posa più facile.

Riducendo il rapporto acqua-cemento (p/c), gli additivi riducono, di conseguenza, il consumo di cemento ed al tempo stesso ne aumentano la resistenza e la densità del calcestruzzo ottenuto. In questa maniera risulterà più semplice la lavorazione di questi materiali e il lavoro sarà più agile e veloce.

Additivi aggrappanti

Gli additivi aggrappanti sono miscele di componenti che, mescolate alle giuste proporzioni di acqua, rendono malta e cemento più resistenti e quindi durevoli nel tempo. Questo tipo di additivi si utilizzano, principalmente, per realizzare la base su cui stendere la successiva pittura. Stese sulla parete, le miscele di additivi aggrappanti facilitano l’assorbimento delle pitture, rendendo omogeneo il colore sulla superficie, “aggrappando” meglio la pittura alla parete. Sono applicabili anche su superfici precedentemente intonacate.

Infine gli additivi aggrappanti si usano anche per migliorare l’aderenza quando viene steso un nuovo strato di calcestruzzo su uno più vecchio (come nei casi delle ristrutturazioni degli edifici).

Additivi antimuffa

I prodotti antimuffa sono un tipo di additivo contenente componenti che vanno ad agire contro le muffe e i microrganismi. Solitamente vengono mescolati alla vernice muraria scelta per renderla “antimuffa”. Inoltre aiutano ad isolare e prevenire le infiltrazioni d’umidità. Ne abbiamo parlato in questi precedenti articoli

Additivi per edilizia consigliati

Ora che hai un po’ più chiare le idee su cosa sono e come vengono impiegati gli additivi nell’edilizia, vogliamo lasciarti con alcuni consigli per gli acquisti, stiamo utilizzando questi prodotti nei nostri cantieri e vogliamo condividerli con i nostri lettori appassionati di bricolage e fai da te

Consiglio furbo prima di acquistare: se non lo hai già fatto, consigliamo ai nostri clienti interessati ad acquistare di attivare Amazon Prime, per avere i massimi privilegi, come la consegna gratis e in 1 giorno, accesso in anteprima alle offerte lampo, resi e rimborsi agevolati e Prime Video per avere film e serie tv incluse. Tutto questo gratis per 30 giorni poi sei libero di disdire, ma siamo sicuri che non potrai farne a meno.
additivo antimuffa bioactive

Additivo Antimuffa MaxMeyer BioActive per pitture murali

L’additivo antimuffa BioActive della MaxMeyer specifico per pitture murali, è particolarmente indicato per ambienti umidi e poco aerati. Grazie alla sua efficace concentrazione si consiglia di aggiungerlo alle pitture murarie per prevenire la formazione di muffe. L’additivo va aggiunto prima della eventuale diluizione della pittura. Per non disperdere la sostanza attiva si consiglia di lavare il barattolo con l’acqua che verrà utilizzata per la diluizione. Ideale per ambienti umidi soggetti a condensa.
Abbiamo parlato del ciclo completo antimuffa BioActive in questo articolo.

Caratteristiche principali:

  • rende la tua pittura antimuffa;
  • risanante e inodore;
  • si applica con rullo o pennello;
Additirvo Kerakoll Keradur

Additivo aggrappante Kerakoll Keradur ECO

Il Keradur Eco è un prodotto molto versatile utilizzabile sia in ambienti esterni che interni. Ideale per il consolidamento di fondi assorbenti, prima che venga posato il rivestimento. É privo di solventi.

Caratteristiche principali:

  • disponibile sul mercato in formati da 5 kg e 25 Kg;
  • indicato per ambienti esterni e interni.
additivo aggrappante mapei primer g

Additivo aggrappante Mapei Primer G

L’additivo aggrappante Mapei Primer G è a base di resine sintetiche in dispersione acquosa, serve a preparare supporti assorbenti e a base di gesso all’applicazione successiva di adesivi e rasanti.

Caratteristiche principali:

  • rapporto di diluizione da 1:1 a 1: 3 con acqua in funzione dell’assorbimento del supporto;
  • tempo di asciugatura: prima dell’applicazione dell’adesivo o rasante, su calcestruzzo 30 min, su gesso 30-60 min;
  • la consistenza liquida permette una facile stesura attraverso pennelli o rulli;
  • ideale sul calcestruzzo, gesso e altri supporti assorbenti;
  • disponibile nei formati da 1 kg e 5 kg;
aggrappante Kerakoll Keragrip Eco

Additivo aggrappante Kerakoll Keragrip Eco ideale nel GreenBuilding

Questo aggrappante primer della Kerakoll migliora l’adesione per fondi assorbenti compatti e inassorbenti. Eco-compatibile all’acqua, è ideale nel Green Building. Rende più facile, sicura e scorrevole l’applicazione di livellanti e autolivellanti anche in sovrapposizione.

Caratteristiche principali:

  • omologato per uso navale;
  • idoneo per fondi trattati con resine.
  • disponibile nei formati da 1 LT e da 5 KG
Additivo aggrappante Sika SikaLatex

Additivo aggrappante Sika SikaLatex

Il SikaLatex è un additivo liquido che serve a migliorare la lavorabilità e l’adesione di malte e intonaci. Garantisce un’intonacatura veloce e senza sprechi. Ideale, infine, per la riduzione delle crepe superficiali.

Caratteristiche principali:

  • è disponibile in diversi formati da 2 LT, 20 LT e da 5 KG;
  • per confezionare malte o betoncini da impiegare per riparazioni e riporti su substrati calcestruzzo erosi, rotti o deteriorati;
  • per migliorare l’aderenza e l’impermeabilità di malte usate per allettamento di rivestimenti e pavimentazioni in piastrelle o lastre;
  • per migliorare aderenza di intonaci su substrati esistenti non sufficientemente scabri;
  • è utilizzabile sia per impasti a mano che con betoniera.
Additivi aggrappanti e rinforzanti per edilizia: Quali scegliere? ultima modifica: 2022-08-17T10:37:30+02:00 da bossuccio

Condividi se ti è piaciuto! :)